Una vita salvata

Ringraziamento

Pubblichiamo la lettera di ringraziamento della famiglia QUATTROCIOCCHI ODDI per l'aiuto ricevuto dal personale della Sottosezione autostradale di Trani

Eccellenze,
sono la signora Franca ODDI, nata il 9 marzo 1956 a Veroli (FR) e residente a Frosinone con mio marito Antonio QUATTROCIOCCHI. Con queste mie poche e semplici righe vorrei porre la Vostra attenzione sull’encomiabile gesto compiuto da Fabio, che il 28 maggio u.s.sull’autostrada A/14 nell’area di parcheggio Monterotondo, alle ore 13:15 circa è arrivato in soccorso di mio marito, ormai inerme a seguito di soffocamento, salvandolo da morte certa. L’ambulanza troppo lontana e le prime persone accorse sul posto noncuranti della vita che si stava spegnendo davanti ai loro occhi, non lo hanno fatto desistere dal tentativo di salvarlo a tutti i costi. È stata questa la grande differenza, la motivazione, il rispetto per la vita umana. Mentre tutti intorno a noi continuavano ad agire come se la vita di mio marito non avesse alcun valore, come se si trattasse dell’ennesima tragedia di cui prendere atto, Fabio è andato oltre, ha visto in quella persona un uomo, non si è dato per vinto. Un uomo degno di rispetto e di dignità perfino dopo la morte, quella che tutti intorno a lui avevano dato per scontato e che, con il suo intervento ha combattuto e vinto, consentendo al mio povero Antonio di riprendere a respirare, ed oggi siede di nuovo al mio fianco. Qualcuno potrebbe pensare che sia stata semplice casualità, un colpo di fortuna, una coincidenza, e che chiunque al suo posto avrebbe potuto agire allo stesso modo. No, se fosse stato davvero così non avrebbe continuato ad essere l’unica persona tra tutte quelle presenti a prendersi cura anche di me una volta arrivati i sanitari. Come un figlio nei confronti di una madre affranta, ha fatto nuovamente differenza la premura avuta fino all’arrivo dei miei familiari. Vedete, Eccellenze, io degli angeli custodi ne ho sempre e solo sentito parlare. Oggi so che esistono, che sono tra noi, il nostro si chiama Fabio e a lui dobbiamo qualcosa che, a parole, non si può spiegare, qualcosa di incommensurabile. Successivamente ho appreso che Fabio è un poliziotto della Stradale, in servizio presso la Sottosezione Autostradale di Trani, mi ha fatto enormemente piacere perché ho potuto apprezzare la preparazione dell’Assistente GIUSTI Fabio e devo ringraziarvi per gli sforzi fatti dalle Istituzioni per formare “professionisti” della nostra sicurezza. Con grandissima riconoscenza e gioia nel cuore porgo i miei più grandi saluti.

Frosinone, 14 Giugno 2021